X
iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.

Il corso è stato aggiunto.
Clicca sul pulsante in basso per completare l'aquisto oppure clicca in qualsiasi punto fuori da questo box per chiuderlo e continuare la navigazione nel sito.

vai al carrello

Nessun prodotto nel carrello.

account
condividi

Efficienza energetica negli edifici della PA

Efficienza Energetica degli Edifici

In gazzetta il decreto che finanzia 70 milioni di euro per i progetti presentati nel biennio 2014-15

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n° 262 del 9 novembre 2016, il decreto che prevede le modalità di attuazione del programma di interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica degli immobili della Pubblica Amministrazione centrale (PREPAC).

Come stabilito dalla Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, l’obiettivo è l’efficientamento di almeno il 3% annuo della superficie utile del patrimonio edilizio dello Stato.

Le Pubbliche Amministrazioni centrali quindi  potranno avviare gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici come dai progetti presentati nel biennio 2014-2015 e per un valore complessivo di 70 milioni di euro.

Ricordiamo che il D.lgs.102/2014, con cui era stata recepita la direttiva europea, è stato approvato il 23 settembre 2016 e prevede un finanziamento di 355 milioni di euro da utilizzare nel periodo 2014-2020 per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici della Pubblica Amministrazione centrale.

Di seguito gli interventi ammessi dal decreto:

  • Isolamento termico delle superfici opache,
  • Sostituzione delle chiusure trasparenti,
  • Installazione di sistema di schermatura e/o ombreggiamento,
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
  • Installazione di impianti di cogenerazione o trigenerazione;
  • Installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling;
  • Sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore,
  • Sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore,
  • Riqualificazione degli impianti di illuminazione.
  • installazione di sistemi BACS di automazione per il controllo, la regolazione e la gestione delle tecnologie dell’edificio e degli impianti termici anche unitamente a sistemi per il monitoraggio della prestazione energetica;

Questi gli edifici che non rientrano nei finanziamenti :

  • Immobili con superficie inferiore a 500 m²;
  • Immobili in cui il rispetto di determinati requisiti minimi di prestazione energetica modificherebbe in maniera inaccettabile il loro carattere o aspetto;
  • Immobili destinati a scopi di difesa nazionale;
  • Immobili adibiti a luoghi di culto e allo svolgimento di attività religiose.

Alla cabina di regia MiSE-Ministero Ambiente per l’efficienza energetica é attribuito il coordinamento e monitoraggio dello stato di avanzamento del Programma.

È prevista inoltre, per ogni intervento portato a termine, la verifica della prestazione energetica raggiunta da parte di un progettista abilitato che certifichi i lavori effettuati e il miglioramento ottenuto.

Contattaci

contattaci per richiedere maggiori informazioni

© 2022 Studio Gamma Sas di Gallello A. & C.
powered by Idemedia®
Dal 7 al 26 agosto i nostri uffici saranno chiusi. La piattaforma FaD sarà sempre attiva per tutti gli utenti già iscritti, ma non sarà possibile procedere con nuove registrazioni. Le attività riprenderanno regolarmente il 28 agostoBuone vacanze da tutto lo Staff di StudioGamma.