X
iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.

Il corso è stato aggiunto.
Clicca sul pulsante in basso per completare l'aquisto oppure clicca in qualsiasi punto fuori da questo box per chiuderlo e continuare la navigazione nel sito.

vai al carrello

Nessun prodotto nel carrello.

account
condividi

La scelta giusta dei DPI per affrontare gli agenti chimici

I consigli dell’Inail e le categorie UE per una protezione efficace

Per ridurre i rischi legati all’esposizione ad agenti chimici pericolosi sul luogo di lavoro, è fondamentale adottare dispositivi di protezione individuali (DPI) adeguati. Un documento dell’Inail fornisce preziose istruzioni a tal riguardo, sintetizzando le caratteristiche, le categorie e le linee guida per la scelta e l’utilizzo dei DPI.

Definizioni e obblighi

I DPI sono strumenti indossabili destinati a proteggere i lavoratori dai rischi per la salute e la sicurezza durante l’attività lavorativa. È compito del datore di lavoro fornire DPI idonei e adatti ai rischi presenti nell’ambiente di lavoro. Questi dispositivi devono essere conformi alle specifiche normative, essere adattabili alle esigenze dei lavoratori e non devono compromettere la loro efficacia in caso di uso simultaneo di più DPI.

Le categorie dei DPI

Secondo il Regolamento UE 2016/425, esistono tre categorie di DPI in base ai rischi che proteggono gli utilizzatori:

Categoria I: protezione da rischi minimi come lesioni superficiali, contatto con sostanze poco aggressive o superfici calde di bassa temperatura.
Categoria II: protezione da rischi diversi da quelli delle categorie I e III.
Categoria III: protezione da rischi gravi che possono causare danni irreversibili alla salute, come esposizione a sostanze pericolose, carenza di ossigeno, agenti biologici nocivi, radiazioni ionizzanti, e altri.

Scelte e istruzioni

Il datore di lavoro deve effettuare un’analisi dei rischi e valutare le caratteristiche necessarie per i DPI. È importante confrontare le informazioni e le norme d’uso fornite dal fabbricante con le esigenze specifiche sul luogo di lavoro. Le istruzioni del fabbricante devono essere complete, comprensibili e nella lingua del paese d’uso del DPI. Devono indicare l’uso corretto del dispositivo, la sua durata di efficacia, le modalità di pulizia, manutenzione e disinfezione.

Inoltre, le istruzioni devono includere informazioni riguardanti le prestazioni registrate durante le prove tecniche, gli accessori e i pezzi di ricambio disponibili, la data di scadenza, il tipo di imballaggio per il trasporto e altri dettagli pertinenti.

Seguire attentamente le istruzioni del fabbricante è essenziale per garantire l’efficacia e la sicurezza dei DPI e per proteggere la salute dei lavoratori esposti ad agenti chimici pericolosi sul luogo di lavoro.

Contattaci

contattaci per richiedere maggiori informazioni

© 2022 Studio Gamma Sas di Gallello A. & C.
powered by Idemedia®
Dal 7 al 26 agosto i nostri uffici saranno chiusi. La piattaforma FaD sarà sempre attiva per tutti gli utenti già iscritti, ma non sarà possibile procedere con nuove registrazioni. Le attività riprenderanno regolarmente il 28 agostoBuone vacanze da tutto lo Staff di StudioGamma.